Intelligenza Personale

Polizza vita: una soluzione per mettersi al riparo dai possibili imprevisti.

L’assicurazione sulla vita è una delle soluzioni che una famiglia ha a disposizione per garantire la serenità economica in caso di imprevisto, e permette di mantenere il proprio stile di vita invariato.

A questa problematica si aggiungono altri scenari che possono minare la serenità o la sicurezza economica futura: le riforme del sistema pensionistico introdotte a partire dagli anni novanta nel nostro paese hanno cercato di risolvere le problematiche legate ai cambiamenti socio-economici e all’invecchiamento demografico del paese.

A seguito di queste modifiche si è passati dal sistema retributivo, che calcolava la pensione sulla base della retribuzione raggiunta ad un sistema contributivo che determina la pensione sui contributi effettivamente versati.

A differenza di prima, il gap tra ultima retribuzione e pensione è considerevole.

La polizza vita è un contratto di assicurazione sulla vita stipulato tra una persona fisica o giuridica – detta contraente – e una compagnia di assicurazione.

L’ impresa assicuratrice, dietro il pagamento di un premio ed entro i limiti convenuti, si obbliga a pagare un capitale o una rendita a un beneficiario al verificarsi di un evento attinente la vita dell’assicurato.

Chi sono i soggetti interessati?

l’impresa assicuratrice è la società che riceve da parte del contraente il pagamento del premio a fronte dell’impegno a corrispondere la prestazione assicurata nei termini previsti dal contratto

il contraente è il soggetto che stipula il contratto di assicurazione, assume l’obbligo di pagamento del premio nei confronti della compagnia di assicurazione

l’assicurato è il soggetto sulla cui vita è stipulato il contratto e sono calcolate le prestazioni assicurate; è, in altre parole, la persona dalla cui morte, sopravvivenza o altro evento assicurato deriva l’obbligo dell’impresa assicuratrice di pagare il capitale o la rendita assicurati.

il beneficiario è il soggetto designato dal contraente a ricevere le somme assicurate qualora si verifichi l’evento assicurato, ovvero la persona titolare del diritto alla prestazione corrisposta dall’impresa assicuratrice.

A cosa serve una polizza vita?

Ci possono essere diverse finalità legate alla stipula di una polizza vita:

  • risparmio da accumulare
  • protezione dai rischi di premorienza
  • integrazione della pensione

Esistono diversi tipi di polizze vita che hanno caratteristiche diverse le une dalle altre in base allo scopo che si prefiggono e possono essere raggruppate in 3 categorie:

  1. I prodotti dedicati al risparmio consentono di impiegare una somma o un piano di versamenti in una forma di risparmio.
  2. Le assicurazioni vita dedicate all’investimento Sono tutte quelle forme di assicurazione in cui il rendimento del capitale è collegato all’andamento di fondi o indici.
  3. Assicurazioni vita dedicate alla protezione Sono tutte le forme di assicurazione atte a proteggersi dal verificarsi di determinate situazioni di rischio: morte, invalidità permanente, perdita di autosufficienza e malattie gravi. Infatti, a fronte del versamento di un premio da parte del cliente, l’impresa di assicurazione garantisce il pagamento di una prestazione al verificarsi dell’evento assicurato (sinistro) nel corso della durata del contratto.

Lascia un Commento